Fuorisalone 2014 | Zona Tortona e Brera

Come vi ho accennato ieri, lo scorso fine settimana sono stata a Milano per la Design Week. Arrivata sabato mattina, mi sono diretta in zona Tortona dove dovevo recuperare una mancanza dell’anno scorso: la visita al Superstudio Più. Ed è proprio da qui che partiamo con il nostro tour. Pronti?

As I mentioned yesterday, I was in Milan for the Design Week last weekend. I arrived Saturday morning and I went to Tortona to visit the Superstudio Più that I missed last year. From here we start our tour. Ready?

L’installazione “conic-vine”, realizzata da Nendo per Alcantara, mi ha lasciato senza parole. Il pluripremiato studio di design giapponese ha creato una serie di filari di piante rampicanti con piccoli coni in alcantara dalle delicate tonalità tortora e pastello. Un’interpretazione davvero poetica del materiale!

The ”conic-vine” installation, created by Nendo for Alcantara, left me speechless. The Japanese design studio has created rows of vines with small alcantara cones with soft grey and pastel shades. A really poetic interpretation of the material!

Altro colpo di fulmine: le lampade Zattelite disegnate dal thailandese Anon Pairot per Schema. E, se amate il rame come me, sarete contenti di sapere che l’utilizzo di questo metallo si conferma un trend.

Other love at first sight: the Zattelite pendant lamps designed by Anon Pairot  for Schema. And, if you love the copper like me, you’ll be pleased to know that the use of this metal is still a trend.

Un interessante progetto di riciclo creativo dalla Puglia: la collezione RI_USO. Piani, sedute e lampade realizzati con le componenti di scarto derivanti dalla produzione industriale di un’azienda metalmeccanica salentina. 

An interesting recycling project from Puglia: the collection RI_USO. Tables, chairs and lamps made ​​with the discarded parts from industrial production of a mechanical engineering firm, in Southern Italy.

Lasciato il Superstudio Più, sono andata al pop up store di Merci, il mitico concept store parigino. Potevo lasciarmi sfuggire la possibilità di mettere le mani su uno dei pezzi disegnati da Paola Navone? 

After the Superstudio Più, I went to the pop up store Merci, the famous Parisian concept store. How could I resist to the chance to buy one of the pieces designed by Paola Navone?

Ed ecco qui il sacchetto della linea essent’ial che ho comprato. Quale? Beh, ha lo stesso pattern dell’Ape:)

And here is the essent’ial bag that I bought. Which one? Well, it has the same pattern of the Ape:)

Altro appuntamento per me imperdibile: l’installazione di Moooi. Dopo la straordinaria collaborazione dell’anno scorso con l’artista Erwin Olaf, quest’anno il brand olandese ha presentato la nuova collezione sullo sfondo delle magnifiche prospettive del fotografo italiano Massimo Listri 

Another unmissable event for me: the installation of Moooi.  After last year’s collaboration with the artist Erwin Olaf, this year the Dutch brand presented its new collection with the gorgeous prospects of the Italian photographer Massimo Listri as background.

A questo punto, dopo aver fatto un salto al workshop sulla resina di CasaFacile, mi sono spostata a Brera. Destinazione: il temporary shop di HAY e del suo brand associato WRONG for HAY. Insomma, musica per le mie orecchie! Ed ecco qui di seguito alcuni dei pezzi della nuova collezione.

After going to the CasaFacile workshop about the resin, I moved to Brera district. Destination: the temporary shop of HAY and its associated brand WRONG for HAY. In short, it’s my cup of tea! And here are some pieces of the new collection.

Questa è la mia faccia stremata alla fine della giornata. Meno male che la sera mi hanno portato in un delizioso ristorantino sui Navigli dove mi sono rifocillata, mangiando la cotoletta più grande della mia vita:)

Il nostro giro al Fuorisalone finisce qui. Ci rivediamo domani con il mio reportage dal Salone del Mobile.

This is my tired face at the end of the day. Luckily in the evening I went to a lovely restaurant on the Navigli where I enjoied the biggest cotoletta of my life:)

Our tour at Fuorisalone ends. See you tomorrow with my report from Salone del Mobile

Photo: Interior Break.

Ti potrebbero anche interessare:

La mia pazza settimana milanese

Premiazione IKEA Blog-in.

Dopo essere stata a Milano giovedì scorso per la premiazione del concorso IKEA Blog-in, sono ritornata sabato (pazza, eh?), immergendomi per due giorni nell’atmosfera frizzante della Milano Design Week. Ho camminato incessantemente tra Salone e Fuorisalone, tornando a casa stanchissima ma piena di stimoli (e di cataloghi!). Domani e mercoledì vi racconterò in dettaglio il mio tour. Intanto, nell’attesa di riordinare le mille foto fatte da quell’angelo di mio marito e tutto il materiale che ho raccolto durante il weekend, ho preparato un collage per darvi un assaggio della mia frenetica tre giorni milanese.

Fuorisalone: Zona Tortona – Brera.

Salone del Mobile.

After going to Milan last Thursday for the IKEA Blog-in award ceremony, I came back last Saturday (I know, I’m crazy), immersing myself in the amazing atmosphere of Milan Design Week for two days. I walked continuously between the Salone and the Fuorisalone, coming back home tired but full of inspiration (and catalogs!). I will talk you about my tour tomorrow and Wednesday. Meanwhile, waiting to rearrange all photos taken by my husband and all the material collected over the weekend, I made a collage to give you a taste of my hectic three days in Milan.

Photo: Interior Break.

Ti potrebbero anche interessare:

#IKEAblogin

Ieri è stata una giornata incredibile!!! Tante emozioni, sorrisi e nuove conoscenze. Grazie mille per la meravigliosa accoglienza. E grazie ancora a IKEA Italia, CasaFacile e Designstreet per il premio:)

Oggi salta l’appuntamento con “I miei preferiti della settimana”, ma vi prometto che venerdì prossimo la rassegna sarà più lunga del solito.

Buon fine settimana a tutti! Ci rivediamo lunedì con le mie impressioni dal Fuorisalone e dal Salone del Mobile!

Yesterday was an amazing day!!! A lot of emotions, smiles and new friends. Thank you so much for the wonderful reception. And thanks again to IKEA Italia, CasaFacile and Designstreet for the award:)

Today “My favorites of the week” is missed, but I promise you that next Friday the roundup will be longer than usual.

Have a nice weekend everyone! See you on Monday with my impressions from the Fuorisalone and the Salone del Mobile!

Foto: Interior Break. A partire da destra: Simona, io, Rosandra e Anabella.

Ti potrebbero anche interessare:

Ci vediamo a Milano!

Selman Hoşgör

Finalmente ci siamo! Ormai è iniziato il conto alla rovescia per la premiazione del concorso IKEA Blog-in. Vi ricordo che potete seguire l’evento domani dalle 14.00 su twitter con l’hashtag #IKEAblogin.

Here we are! The countdown to the award ceremony IKEA Blog-in is started. I remind you that you can follow the event tomorrow from 14.00 on twitter with the hashtag #IKEAblogin.

Ti potrebbero anche interessare:

Home tour: la casa di Madelynn Furlong

Prima di essere assorbita completamente dal Salone e dal Fuorisalone, oggi ho pensato di proporvi un altro home tour. Siamo a Minneapolis, negli USA, e questo è l’appartamento della stylist e blogger Madelynn Furlong. Immediatamente colpita dall’incredibile luce naturale che invade gli interni e dalla parete con mattoni a vista, ho cominciato a esplorare questa casa con grande curiosità e me ne sono innamorata da impazzire. Utilizzando tonalità neutre e mescolando mobili vintage, pezzi fai-da-te e tante texture, Madelynn ha creato uno spazio dallo stile semplice ma molto caldo e accogliente. E tutto ciò senza spendere una fortuna. Un’interessante sorgente di ispirazione, no?

Se volete vedere le altre foto e leggere l’intervista a Madelynn Furlong, andate su The Everygirl.

Before being completely absorbed by the Salone and the Fuorisalone, today I thought to share another home tour. We are in Minneapolis, USA, and this is the apartment of the stylist and blogger Madelynn Furlong. Immediately attracted to the amazing natural light and to the brick wall, I began to explore this home and I fell in love with it so much. Through neutral colors and a mix of vintage furniture, DIY pieces and a lot of textures, Madelynn has created a simple but very warm and inviting space. And without spending a fortune. An interesting source of inspiration, isn’t it?

If you want to see other pictures and read the interview to Madelynn Furlong, go to The Everygirl.

Photo: Wing Ta.

via April and May

Ti potrebbero anche interessare:

Home tour: una casa sui Navigli

Domani comincia la Milano Design Week, un evento unico per tutti gli addetti ai lavori e gli appassionati del design. Quest’anno avrò due giorni pieni per tuffarmi nella frenesia del Salone del Mobile e del Fuorisalone (non è molto ma rispetto all’anno scorso c’è stato un miglioramento). E non vedo l’ora! Ma sono impaziente anche per un altro motivo. Quale? Il 10 aprile ci sarà la premiazione del concorso IKEA Blog-in (potete seguirla su twitter a partire dalle 14.00 usando l’hashtag #IKEAblogin). Non vi dico l’emozione! Sono accompagnata, nello stesso tempo, da una incredibile gioia e da un po’ di ansia. E, proprio per cominciare a entrare nell’atmosfera, oggi ho pensato di condividere un home tour in una delle zone più trendy di Milano: i Navigli. È una casa di ringhiera su due livelli, dominata da tonalità chiare e arredata e decorata mescolando pezzi di design e tanti ricordi di viaggio. Uno spazio incantevole! Che ne dite? Non sarebbe una base perfetta per godersi questi giorni?

Se volete vedere il tour completo e saperne di più sulla casa, andate su Living. E grazie a Un Due Tre… Ilaria per la scoperta!

Tomorrow the Milan Design Week begins, a unique event for all design lovers. This year I will have two days to explore the Salone del Mobile and the Fuorisalone (it isn’t so much but it’s better than last year). And I can not wait! But I am happy for another reason too. Which one? On April 10th there will be the IKEA Blog-in award ceremony  (you can follow it on twitter at 14.00 using the hashtag #IKEAblogin). I’m really excited! And, just to enter into the spirit, today I thought to share a home tour in one of the trendiest districts of Milan: i Navigli. It is a typical home on two levels, dominated by light colors and furnished and decorated with a mix of design pieces and many travel memories. A lovely space! What do you think? It would be a perfect base for these days, isn’t it?

If you want to see the full tour and learn more about the home, go to Living. And thanks to Un Due Tre… Ilaria for the discovery!

Ti potrebbero anche interessare:

I miei preferiti della settimana #22

Sedie di design spaiate intorno al tavolo da pranzo, un angolo lettura molto accogliente con una montagna di cuscini… Volete scoprire gli altri scorci della favolosa casa di Tomas Skoging, fondatore di ACNE? Allora andate su Freunde von Freunden.

Mismatched design chairs around the dining table, a very cosy reading corner with many pillows… Do you want to see other pictures of the fab home of Tomas Skoging, founder of ACNE? So, go to Freunde von Freunden.

Un affascinante appartamento d’epoca a Parigi arredato mescolando pezzi vintage e contemporanei. Uno spunto da rubare? Il tavolino fai-da-te realizzato con il vecchio paralume di una lampada.

A charming apartment in Paris, furnished with an eclectic mix of vintage and contemporary pieces. An idea to steal? The DIY table made with an old structure of a lamp.

via Design Sponge

Mix di vecchio e nuovo e splendidi accenti rosa in questo delizioso appartamento in Svezia. La fonte? Il sito dell’agenzia immobiliare Alvhem.

A mix of old and new and beautiful pink accents in this lovely apartment in Sweden. The source is the real estate agency Alvhem.

Tante piante, classici del design e un’incredibile collezione di ceramiche e porcellane nel loft a Manhattan dell’interior designer Charoonkit Thahong.

A lot of plants, design classics and an amazing collection of pottery and porcelain in the loft of the interior designer Charoonkit Thahong, in Manhattan.

via eclectic trends

E, per finire, un fantastico progettino fai-da-te per il weekend: vasi in legno dipinti con effetto sfumato. Il tutorial è su designlovefest.

Buon fine settimana a tutti! Ci rivediamo lunedì!

And, at last, a fantastic DIY project for the weekend: ombre wooden vases. The tutorial is on designlovefest.

 Have a nice weekend everyone! See you on Monday!

Ti potrebbero anche interessare:

Home tour: double g

Diverse tonalità di azzurro meravigliosamente mescolate con il grigio, motivi grafici, tessuti in lino… Questo nuovo progetto dello studio francese double g ha proprio toccato le corde giuste. Lo so, di solito sono attratta dal classico mix scandinavo di bianco, nero, grigio e legno, ma ogni tanto mi concedo una divagazione. E questo delizioso appartamento parigino mi è sembrato perfetto per lo scopo:) Eh già, ci sono così tante cose che hanno catturato il mio sguardo! Amo la carta da parati grafica che riveste le pareti del corridoio, le tende in lino celesti nella cameretta, il copriletto blu nella camera matrimoniale, le sospensioni di Tom Dixon (a proposito lo sapevate che quest’anno i pezzi di Tom Dixon faranno per la prima volta il loro ingresso al Salone del Mobile di Milano?). E che dire della zona pranzo? Mi perderei molto volentieri lì in una lunga colazione. Insomma, una casa dalla forte personalità! Che ne pensate? Vi piace? Allora non ci rimane che sederci e goderci il film con Ingrid Bergman:)

Different shades of blue mixed with grey, graphic patterns, linen textiles… This new project by double g has caught my attention. I know, I’m usually drawn to classic Scandinavian mix of white, black, grey and wood, but sometimes I allow myself a digression. And this lovely Parisian apartment was perfect for the purpose:) Oh yes, I like many things: the graphic wallpaper in the hallway, the light blue linen curtains in the kids room, the blue bedspread in the master bedroom, the Tom Dixon pendant lights (do you know that this year the pieces by Tom Dixon will be at the Salone del Mobile, in Milan, for the first time?). And what about the dining area? I’d be very happy to have a long breakfast there. I must say, a home with a strong personality! What do you think? Do you like it? So, we can sit and enjoy the movie with Ingrid Bergman:)

double g via Turbulences Déco.

Photo: Nicolas Mathéus.

Ti potrebbero anche interessare:

Classici del design: la Wishbone Chair

Oggi il grande designer danese Hans J. Wegner avrebbe compiuto 100 anni. Per questo ho pensato di ricordare il suo straordinario lavoro, raccogliendo qualche foto di uno dei suoi pezzi più celebri: la Wishbone Chair. Questa meravigliosa sedia, disegnata nel 1949, è uno dei classici del design che amo di più. Riuscirò ad averne una prima o poi? Speriamo:) Intanto mi accontento di ammirare e pinnare ogni interno in cui è presente.

via 79 Ideas

via Pinterest

Styling: Lotta Agaton. Photo: Pia Ulin for Residence magazine via La maison d”Anna G.

via desire to inspire

via emmas designblogg

via French By Design

via Coco Lapine Design

Today the great Danish designer Hans J. Wegner would have turned 100 years old. For this reason I thought to remember his wonderful work with some pictures of one of his most celebrated pieces: the Wishbone Chair. This fabulous chair, designed in 1949, is one of the design classics I love the most. Will I get one sooner or later? I hope so:) Meanwhile I’m happy to admire and pin interiors where it is.

Picture above: photo by Matthew Williams via French By Design.

Ti potrebbero anche interessare:

Home tour: vivere in una vecchia scuola

Vi piacerebbe vivere in una vecchia scuola? Io, se fosse come questa splendida casa ad Haarlem, in Olanda, lo farei molto volentieri. Eh già, questo nido accogliente è frutto del recupero di una scuola materna della fine dell’800. Catturata dalle bellissime sedie di Piet Hein Eek (foto sopra) e dalla vista sul giardino, sono partita all’esplorazione di questo spazio e me ne sono innamorata perdutamente. Cosa mi ha colpito? Il modo in cui è stato utilizzato il colore (base neutra ravvivata da macchie di colore vivace), il rilassato mix di design e recupero e i tanti tocchi di verde. Non c’è che dire, un posto davvero pazzesco!

Per vedere il tour completo andate su vtwonen.

Would you like to live in an old school? I’d live there happily if it was like this beautiful home in Haarlem, The Netherlands. Oh yes, this cosy nest is a nursery school of the late nineteenth. Attracted to the beautiful chairs by Piet Hein Eek (photo above) and to the view of the garden, I started to explore this space and I fell in love with it so much. I like the color palette (neutral base brighten up by vibrant accents), the relaxed mix of design and old pieces and many touches of green. I must say, it is an amazing place!

If you want to see the full home tour, go to vtwonen.

Styling: Frans Uyterlinde. Photo: Jansje Klazinga.

Ti potrebbero anche interessare: