Pareti a colori

Nel mio appartamento tutte le pareti sono bianche. Eh sì, consideratemi un po’ noiosa, ma in questo momento, eccettuato il grigio chiaro, non c’è nessun altro colore con cui vestirei la mia casa. Però in futuro chissà. D’altronde se negli stessi interni scandinavi ultimamente il bianco sta cominciando a cedere il passo, forse anch’io un giorno potrei cambiare idea. Se, invece, voi avete già voglia di sperimentare tonalità diverse per le vostre pareti, date uno sguardo a queste foto. Direttamente dall’ultima collezione dell’azienda norvegese Jotun, tanti splendidi colori a cui ispirarvi.

The walls of my apartment are white. Oh yes, you can consider me a bit boring, but at the moment, except for the light grey, there isn’t other color that I’d use in my home. But in the future who knows. On the other hand, if lately also in the Scandinavian interiors I’ve seen other colors than white, maybe one day I could change my mind. But if you want to try different tones for your walls now, take a look at these pictures. From the latest collection of Norwegian paint company Jotun, many beautiful colors for inspiration.

Styling: Kråkvik & D’Orazio.

via Nordic Design

Ti potrebbero anche interessare:

Un appartamento piccolo ma con carattere

Pronti per un nuovo viaggetto virtuale? Oggi andiamo a Parigi, in un delizioso appartamento di 42 metri quadri. Arredato con un mix di vintage, design, mobili IKEA e pezzi fai-da-te, questo spazio è una bella sorgente di ispirazione per chi ama mescolare stili ed epoche diverse. A me piace molto l’atmosfera calda e rilassata che si respira. E, in particolare, amo la credenza in teak anni ’50, la finestra che divide la zona giorno da quella notte (lo so, ormai conoscete bene questa mia debolezza) e le lampade di design (le iconiche Toio e Nesso e la splendida Vertigo). Insomma, una casa piena di carattere. A conferma del fatto che non sono necessarie metrature importanti per creare un ambiente interessante.

Se volete vedere il tour completo e conoscere in dettaglio i pezzi utilizzati per arredare l’appartamento, andate su Apartment Therapy.

Ready for a new virtual trip? Today we go to Paris, in a nice 42 square meters apartment. Furnished with a mix of vintage, design, IKEA furniture, DIY pieces, this space is a good source if you look for inspiration for mixing different styles and eras. I really like the warm and relaxed atmosphere. And I, especially, love the 50s teak sideboard, the window dividing the living area from the bedroom and the design lamps (the iconic Toio and Nesso and the wonderful Vertigo). In short, a home full of character. A proof that there is no need of big spaces to create an interesting environment.

If you want to see the full home tour and learn more about the apartment, go to Apartment Therapy.

Ti potrebbero anche interessare:

Piastrelle esagonali

Me ne ero innamorata guardando la splendida casa di Andrea Falkner Campi disegnata da Paola Navone (immagine sopra). Ultimamente le ho ritrovate in tante foto di interni. E, con mia grande gioia, le ho ammirate di persona al Cersaie. Di cosa sto parlando? Delle piastrelle esagonali. Un grande trend che rivolge lo sguardo al passato e forse proprio per questo mi affascina così tanto. E voi che ne pensate? Vi piacciono? Allora date un’occhiata a queste foto.

I fell in love with them looking at the wonderful home of Andrea Falkner Campi designed by Paola Navone (picture above). Lately I have seen them in many photos of interiors. And I saw them in person at Cersaie. What am I talking about? Hexagonal tiles. A trend from the past and perhaps for this reason they fascinate me so much. And what do you think? Do you like them too? So, check out these pictures.

Il salone Pascal Lancien, disegnato da Margaux Keller, a Marsiglia.

The hairdresser Pascal Lancien, designed by Margaux Keller, in Marseille.

via Italian Bark

Il ristorante e caffè Cicero, progettato da Tommaso Guerra, a Roma.

The Cicero restaurant and café, designed by Tommaso Guerra, in Rome.

via desire to inspire

Una pensione a Trancoso, Bahia, in Brasile.

A guest house in Trancoso, Bahia, Brasil.

via Planete Deco.

E, per finire, piccole piastrelle esagonali utilizzate per rivestire le pareti di un favoloso caffè in Nuova Zelanda.

And, finally, small hexagonal tiles on the walls of a fab coffee shop in New Zealand.

via Italian Bark

Ti potrebbero anche interessare:

I miei preferiti della settimana #35

Soffitti altissimi, grandi vetrate, tonalità neutre mescolate con delicati accenti rosa. Dove siamo? In Olanda, in una vecchia chiesa abbandonata trasformata in una casa di famiglia accogliente e dolce come un marshmallow.

High ceilings, huge windows, neutral tones mixed with soft pink accents. Where are we? In the Netherlands, in a former church turned into a cozy family home sweet as a marshmallow.

Klikk via Planete Deco

Uno splendido parquet a spina di pesce, un eclettico mix di stili e tanti tappeti berberi marocchini. Come non rimanere affascinata da questo appartamento a Parigi? Un altro interessante ritratto da scoprire su The Socialite Family.

P.S.: Meravigliosa la lampada Vertigo nella camera da letto. Se condividete questo amore con me, guardate la raccolta di immagini che ho postato qui.

A gorgeous herringbone floor, an eclectic mix of styles and Moroccan Berber rugs. I immediately fell in love with this apartment. Another interesting portrait on The Socialite Family.

P.S.: The Vertigo lamp in the bedroom is wonderful! If you share this love with me, look at the roundup of images that I posted here.

Un delizioso appartamento di 40 metri quadri ad Anversa, disegnato dallo studio belga Komaan!. Optando per una base bianca ed elementi in compensato, è stato creato uno spazio arioso e luminoso. Mi piace molto. E, in particolare, amo il modo in cui, in tutto questo bianco, risaltano i pezzi vintage utilizzati per arredare il living. Favoloso anche il vestibolo che divide la zona giorno da quella notte.

A lovely 40 square meters apartment, in Antwerp, designed by the Belgian architecture firm Komaan!. Using a white base and plywood elements, they created an airy and bright space. I like it so much. And I, especially, love how the vintage pieces stand out on the white background. The built-in vestibule dividing the living area from the bedroom is fab too.

via Remodelista

Tutti quelli che amano perdersi tra gli interni scandinavi avranno notato questi poster di Andy Warhol. Se vi chiedete perché sono così popolari nelle case nordiche, andate su un due tre ilaria e ogni dubbio sarà risolto.

Who loves Scandinavian interiors may have noticed these Andy Warhol’s posters. If you wonder why they are widely present in Nordic homes, go to un due tre ilaria blog and all doubts will be dissolved.

Proprio questa settimana vi ho detto che sono sufficienti un sommier e bei tessuti per avere un letto caldo e invitante. Ed ecco che oggi mi imbatto in questa fantastica camera. Un ulteriore esempio della magia che può creare il lino. Ma non è tutto qui. Date uno sguardo anche ai comodini. Da un lato una cassetta reinventata e, dall’altro, un pezzo del brand danese House Doctor. Io trovo che mixare il design con il recupero sia uno degli elementi chiave per dare carattere a un ambiente. E voi che ne pensate?

This week I told you that beautiful textiles are enough to create a warm and cosy bed. And today I came across this fantastic bedroom. A further example of the magic of linen bedding. But that’s not all. Take a look at the night stands. On one side a repurposed crate and, on the other, a piece from House Doctor. I find that the mix of design and repurposing is one of the key elements to add character to a room. And what do you think?

Stadshem

Buon fine settimana! Ci rivediamo lunedì!

Have a nice weekend! See you on Monday!

Ti potrebbero anche interessare:

Tappeti

Amo da impazzire i tappeti. I miei preferiti sono i Beni Ouarain, ma ultimamente anche quelli orientali, ancor meglio se vintage, esercitano su di me un certo fascino. Trovo che diano un carattere unico a un ambiente e, in particolare, mi piacciono in interni caratterizzati da tonalità neutre e uno stile pulito. D’altronde, come sapete bene, sono attratta da case dominate dal bianco e arredate in modo semplice, ma non certo asettiche. Uno spazio in cui non si respiri un’atmosfera calda e accogliente non riesce proprio a farmi innamorare. E cosa c’è di meglio per scaldare un interno di un vecchio tappeto?

Hitta hem

SoLebIch

Alvhem

Houzz

I love rugs. My favorite ones are the Beni Ouarain, but lately the Oriental ones, especially vintage, fascinate me. I find that they add a great character to a room and, in particular, I like them in neutral and clean interiors. On the other hand, as you know, I’m attracted by white homes simply furnished, but not cold. I couldn’t fall in love with spaces without a warm and welcoming atmosphere. And an old rug warms wonderfully an interior, isn’t it?

Top photo: project by Peter Jurkovič&Co via casa del caso

Ti potrebbero anche interessare:

Basico ma con carattere

Siete alla disperata ricerca di un letto ma non volete spendere troppo? Potreste risolvere il dilemma, puntando su un sommier. Una scelta banale? No, se date carattere al letto con i tessuti. Eh già, sono sufficienti belle lenzuola in lino, strati di coperte, qualche cuscino et voilà, avrete creato un’atmosfera calda e invitante. Non siete ancora convinti? Allora date uno sguardo a queste foto e poi ditemi se non vi è venuta voglia di tuffarvi su uno di questi letti. Io sto faticando a trattenermi.

Are you looking for a bed but you don’t want to spend too much? You could use a basic bed. A boring choice? No, if you give character to bed with textiles. Oh yes, beautiful linen sheets, layers of blankets, some pillows are enough to create a warm and inviting atmosphere. Are you not convinced yet? If you take a look at these pictures, you would like to go immediately to one of these beds. 

Bo-Bedre via Planete Deco

Stadshem via Planete Deco

Stadshem via Nordic Design

Fantastic Frank via Coco Lapine Design

A Merry Mishap via The Design Chaser

Avenue Lifestyle via Coco Lapine Design

Ti potrebbero anche interessare:

Un interessante progetto di UdA Architetti

La mia ultima scoperta? Questo splendido progetto di Andrea Marcante e Adelaide Testa di UdA Architetti. Un appartamento di 200 metri quadri, a Bari, caratterizzato da un affascinante dialogo tra passato e presente. Cosa ha catturato il mio sguardo? Tantissime cose. Ma, in particolare, mi hanno colpito la resina effetto cotto nella cucina/salone e il mix di pezzi antichi, icone del design e mobili contemporanei con cui è stato arredato lo spazio. Una casa dalla forte personalità. Come poteva lasciarmi indifferente?

My latest discovery? This beautiful project by Andrea Marcante and Adelaide Testa of UdA Architetti. A 200 square meters apartment, in Bari, Puglia, characterized by a charming dialogue between past and present. Many things caught my eye. But I was, especially, attracted by the resin creating a clay-like effect in the kitchen/living room and the mix of old objects, design icons and contemporary furniture. A home with a great personality. I couldn’t fall in love with it.

Amo le sedie Standard di Jean Prouvé. Uno dei miei pezzi di design preferiti.

I love the Standard chairs by Jean Prouvé. One of my favourite design pieces. 

La cucina è su disegno di Marcante e Testa.

The kitchen is designed by Marcante and Testa. 

I fori sulla porta scorrevole ricordano le passate influenze dell’Oriente.

The patterns on the sliding door evoke Middle East influences from the past.

Questa resina tessile serigrafata con motivi a punto croce è un rimando a quel lavoro a maglia ancora così visibile nella Bari vecchia.

This textile resin serigraphed with custom-designed cross-stitched patterns reminds knitting and crocheting, still clearly visible in old Bari.

Mi piacciono tanto queste piastrelle dal sapore di altri tempi. Sono di Made a Mano, una delle aziende che ha contribuito a riconciliarmi con la ceramica.

Se volete vedere le altre foto e saperne di più sul progetto, guardate il sito di UdA Architetti.

I like these ceramic tiles so much. They are from Made a Mano, one of the companies that made me rediscover the beauty of ceramics.

If you want to see other pictures and learn more about the project, take a look at UdA Architetti website. 

via Turbulences Déco

Ti potrebbero anche interessare:

Un tocco di arancione

Sarà per l’irresistibile fascino che esercitano su di me gli anni ’60. O forse semplicemente perché sento il bisogno di un concentrato di vitamina C a causa di un brutto raffreddore. Fatto sta che oggi, pur non avendo mai amato l’arancione, sono inaspettatamente attratta da questo colore. Una sbandata momentanea oppure un nuovo amore? Ho bisogno di stare meglio per rispondere lucidamente. Ma, intanto, che arancione sia.

Maybe for my love for the 60s. Or maybe just because I feel the need of vitamin C due to a bad cold. However that may be today, even if I have never loved orange, I’m unexpectedly attracted by this color. A momentary crush or a new love? I need to feel better to answer. But, in the meantime, let’s take a look to these pictures.

Vintagency

Photo: Husman Hagberg via my scandinavian home

b-arch architettura via Living

Photo: Jonny Valiant via Hege in France

Ti potrebbero anche interessare:

I miei preferiti della settimana #34

Qual è il fil rouge che lega queste immagini? Assolutamente nessuno. Stili completamente diversi. Ma in ognuno di questi spazi c’è qualcosa che mi ha colpito. Curiosi? Allora partiamo.

What are these images united by? Absolutely nothing. Completely different styles. But in each of these spaces there is something that caught my eye. Curious? So, let’s go.

Amo da impazzire le mansarde e sono ossessionata dalle vetrate utilizzate per dividere gli ambienti. Partendo da queste premesse, mi sembra facilmente intuibile perché il mio cuore abbia avuto un sobbalzo quando ho visto questa camera da letto. Dormire qui per me sarebbe la perfezione.

I love attics and I’m obsessed by glass walls dividing spaces. So, it’s easy to understand why my heart was broken when I saw this bedroom. Sleeping here would be perfect for me.

Empreinte Intérieure

Come ho già detto qui, non c’è nessun colore che mi rilassi quanto il blu. Lo amo e mi piace, in particolare, se combinato con tonalità neutre. Quindi come poteva lasciarmi indifferente questo appartamento disegnato da Blakes London?

As I said here, blue is the color that relaxes me more than all. I love it and I, especially, like when it’s combined with neutral tones. So, how could I be indifferent to this apartment designed by Blakes London?

via desire to inspire

Trovo favoloso il modo in cui questo vecchio mobile in legno scalda questo spazio bianco e pulito. Non c’è che dire, mescolare il vecchio con il nuovo è uno degli elementi chiave per creare un’atmosfera interessante.

I like how this old wooden cabinet warms this white and clean space. Mixing old and new is a key element to create an interesting atmosphere. 

Elisabeth Heier

Una cascata di luci e un mix di piastrelle esagonali. I miei gusti sono decisamente più sobri, ma ogni tanto bisogna lasciarsi sorprendere da qualcosa di diverso, no?

Lots of lights and a mix of hexagonal tiles. My style is more simple, but sometimes you should be surprised by something different, right?

Project: Denis Krasicov. Freshome via Méchant Studio

E, sempre a proposito di piastrelle, se siete curiosi di sapere quali sono le più trendy del momento, guardate la bella raccolta di foto proposta su Apartment Therapy. 

Buon fine settimana! Ci rivediamo lunedì!

And, speaking of tiles, if you are curious to know the trendiest ones, look at the beautiful roundup of photos on Apartment Therapy

Have a nice weekend! See you on Monday!

Ti potrebbero anche interessare:

Definire gli spazi con il colore

Pareti bianche nel living, blu nell’angolo studio, grigio scuro nella cucina e un mix di senape e bordeaux ad accoglierci all’ingresso. Che dire, in generale amo gli interni con una base neutra, preferendo aggiungere qualche tocco di colore con i tessuti e gli accessori, ma questo appartamento, disegnato dall’interior designer Marianne Evennou, mi ha colpito. Un interessante esempio di come definire gli spazi attraverso l’utilizzo del colore. Chiaramente consigliato ai più audaci.

White walls in the living room, blue in the home office, dark grey in the kitchen and a mix of mustard and burgundy at the entryway. In general I love interiors with a neutral base, preferring to add a touch of color with textiles and accessories, but this apartment, designed by interior designer Marianne Evennou, caught my eye. An interesting example of how to define spaces with color. 

Per vedere le altre foto dell’appartamento, andate sul blog di Marianne Evennou. E se vi piace l’home office, su French by Design trovate una descrizione dettagliata di questo accattivante angolo. Ah, dimenticavo, ho postato un altro progetto di Marianne qui.

See more photos on the blog of Marianne Evennou. And if you like the home office, you will find a description of this amazing corner on French by Design blog. Oh, I forgot, I posted another project of Marianne here.

Ti potrebbero anche interessare: