Il fascino discreto delle lampade da parete

lampade da parete
Le lampade da parete non sono soltanto la scelta migliore per illuminare spazi di passaggio o ambienti piccoli. Possono donare anche tanta personalità a un interno. Ecco qualche novità da Euroluce 2019.

Pratiche, poco ingombranti e discrete. Di cosa sto parlando? Delle lampade da parete. Già, le lampade da parete (o applique, come preferiscono chiamarle molti) non hanno la capacità di catturare la scena delle sospensioni e delle lampade da terra o da tavolo. Al contrario tendono a farsi notare poco, risultando per questo la scelta ideale per illuminare spazi di passaggio, come corridoi e ingressi, oppure ambienti dalle metrature ridotte o con soffitti bassi.

Questo non vuol dire, però, che le applique non siano in grado di dare personalità a un interno. Nate come comprimarie, le lampade da parete sono riuscite, infatti, con il tempo a ritagliarsi un ruolo da protagoniste. Lo confermano le numerose proposte di design lanciate di recente dove forme particolari e materiali preziosi hanno trasformato le applique in sculture luminose discrete, ma piene di fascino.

Ecco le mie preferite dall’ultima edizione di Euroluce.

Clizia Mama Non Mama, design Adriano Rachele per Slamp

lampade da parete

Clizia Mama Non Mama è la nuova applique disegnata da Adriano Rachele per Slamp. Un piccolo bouquet luminoso in Cristalflex che rende omaggio alla natura e all’amore. Sì, perché, sfogliando i “petali” di Clizia Mama Non Mama, potrete anche cercare una risposta alle vostre pene d’amore.

Mytilus, design Arturo Alvarez

lampade da parete

Mare in movimento, onde, correnti. Sono queste le immagini evocate da Mytilus, la nuova collezione dello spagnolo Arturo Alvarez. Una lampada in rete metallica, realizzata rigorosamente a mano, che con le sue forme organiche e sinuose è pronta a donare una sensazione di calma a qualsiasi ambiente.

Bikini, design Servomuto

lampade da parete

Bikini di Servomuto si ispira all’omonimo costume da bagno femminile. A comporre il “due pezzi” in questo caso ci sono il rattan e un tessuto a righe di Dedar. Mentre a supportare il “bikini” provvede una struttura in acciaio inossidabile dorato. Per vivere la magia dell’estate tutto l’anno!

Pagina, design Alessandra Dallagiovanna per Davide Groppi

lampade da parete

Un foglio di carta e una penna a LED. Ecco Pagina, il progetto firmato da Alessandra Dallagiovanna per Davide Groppi. Una lampada composta da uno speciale foglio di carta, però. Dotata di micro ventose, Pagina può essere infatti spostata a piacere su qualsiasi superficie, creando evanescenti effetti tridimensionali.

TR37, design Tom Rossau

lampade da parete

Materiali tattili e plissé: sono questi gli ingredienti di TR37, la lampada da parete del designer danese Tom Rossau. Una collezione dal carattere essenziale ma caldo che punta a creare una corrispondenza fra tatto e vista. Per tutti i nordic addicted alla ricerca di novità.

Allora, cosa ne pensate? Avete trovato l’applique che fa per voi?

Foto di copertina: Clizia Mama Non Mama di Slamp.

Condividi!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrPin on PinterestShare on LinkedInDigg thisShare on StumbleUponEmail this to someonePrint this page

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *