Trend: il ritorno della paglia di Vienna

arredi paglia di vienna

La paglia di Vienna è tornata di gran moda negli interni. Ecco come i designer l’hanno reinterpretata negli ultimi anni.

Paglia di Vienna? È sufficiente nominarla perché si materializzino nella nostra testa le celebri sedie da bistrot di Thonet. Eppure questo materiale oggi non è più solo sinonimo di tradizione, ma è tornato di gran moda negli interni, spesso reinterpretato con un twist contemporaneo. Basti pensare alle numerose rivisitazioni proposte da Gebrüder Thonet Vienna, come lo scrittoio Allegory e la panca Mos disegnati da GamFratesi. O a oggetti dove proprio non te l’aspetteresti, come la radio di Lexon e i vassoi Salon di Normann Copenhagen.

Già, sono davvero tanti i designer che negli ultimi anni si sono confrontati con questo materiale, rileggendolo senza, però, tradire il suo passato.

Ecco i miei progetti preferiti.

scrittoio Allegory, design by GamFratesi per Gebrüder Thonet Vienna

arredi paglia di vienna

Uno scrittoio ideale per l’home office dove la paglia di Vienna si trasforma in elemento funzionale. Parlo di Allegory, il progetto di GamFratesi per Gebrüder Thonet Vienna. Incorniciata da un ampio disco in faggio massello curvato, la paglia di Vienna diventa un pratico “pannello” su cui agganciare foto e promemoria.

Panca Mos, design by GamFratesi per Gebrüder Thonet Vienna

arredi paglia di vienna

Mos è una delle novità 2019 di Gebrüder Thonet Vienna. Il progetto, che porta sempre la firma di GamFratesi, è un arredo con una duplice funzione: panca e contenitore con ripiano giorno. Perfetto ai piedi del letto, Mos si può utilizzare anche in ingresso o nel living. Il guscio in paglia di Vienna nasconde il piano d’appoggio inferiore e collega la seduta ai piedini.

Lampada Wagasa, design by Servomuto per Gebrüder Thonet Vienna

lampada WAGASA by Servomuto, Gebrüder Thonet Vienna

Sempre dal mondo Gebrüder Thonet Vienna arrivano le lampade Wagasa. Una serie di sospensioni, progettate da Servomuto, che giocano sui contrasti fra tessuti materici, carta da riso giapponese e dettagli in paglia di Vienna.

Paravento Colony, design by Skrivo per Miniforms

arredi paglia di vienna

“Un elemento fortemente scenografico che potrebbe uscire da qualche film di Wes Anderson.” Così Miniforms racconta Colony, il paravento in paglia di Vienna disegnato da Skrivo. Sfruttando le trasparenze della paglia di Vienna, Colony crea un intrigante effetto “vedo non vedo” che cattura subito lo sguardo.

La collezione Colony comprende anche una poltroncina.

Tavolino Sacher, design Leonardo Dainelli per Fratelli Boffi

arredi paglia di vienna

Legno e paglia di Vienna composti a strati come in una sacher, la celebre torta viennese. Ecco a voi Sacher, la serie di tavolini progettata da Leonardo Dainellli per Fratelli Boffi.

Il tavolino Sacher è proposto in due dimensioni. All’interno della versione con più ripiani c’è una mensola in vetro, sospesa grazie a un tubolare metallico in ottone brunito.

Poltrona Lui5A, design by Philippe Bestenheider per Fratelli Boffi

arredi paglia di vienna

6 pentagoni in paglia di Vienna incorniciati da bordi in legno. Sto parlando di Lui5A, la poltrona firmata da Philippe Bestenheider. Un pezzo iconico di Fratelli Boffi, dove le forme curve della vecchia sedia da bistrot cedono il passo a linee rigorose.

Lui5A è disponibile anche come poltroncina.

Winston Daybed by Eva Harlou per Mater

winston daybed, trend paglia di vienna

Seduta in paglia di Vienna e struttura in quercia certificata FSC (vale a dire, proveniente da foreste a rigenerazione controllata). Sono questi gli elementi che compongono Winston, il daybed di Mater che prende il nome dal celebre primo ministro britannico Winston Churchill.

Vassoio Salon, design by Simon Legald per Normann Copenhagen

vassoio paglia di Vienna Salon, Normann Copenhagen

La seduta di una vecchia sedia da bistrot? No. È Salon, la collezione di vassoi firmata Normann Copenhagen. Un progetto in cui l’eleganza antica della paglia di Vienna si sposa con la pulizia formale del design scandinavo. Ad accompagnare il piano in paglia di Vienna c’è, infatti, un bordo minimal in laminato verniciato. Per una pausa tè in dialogo fra passato e presente.

C-Chair, design by Marcel Gascoin, Gubi

c-chair, trend paglia di vienna

La C-Chair, disegnata da Marcel Gascoin nel 1947, è stata rieditata dal brand danese Gubi. A caratterizzare la sedia, il contrasto tra l’imponenza della struttura in legno e la leggerezza della seduta in paglia di Vienna.

Radio Hybrid, design by Mathieu Lehanneur per Lexon

radio paglia di Vienna hybrid, lexon

Texture rétro e cuore hi-tech. È Hybrid, la radio con speaker Bluetooth progettata da Mathieu Lehanneur per Lexon. Per gli amanti della tecnologia dal cuore romantico.

Credenza Air, design by Mathieu Gustafsson per Design House Stockholm

credenza paglia di Vienna Air, design house stockholm

Il nome non lascia spazio ai dubbi. Air, la credenza di Design House Stockholm, gioca con la trasparenza della paglia di Vienna, creando un effetto visivo leggero ed elegante. Un “vedo non vedo” che permette di custodire i nostri oggetti più preziosi senza nasconderli del tutto alla vista.

Lempi, design by KOKO3 per Matri

letto matri testiera paglia di Vienna

La vecchia sedia da bistrot trasformata in testiera. Ecco raccontato, in breve, Lempi. La collezione, disegnata da KOKO3 per il brand finlandese Matri, rappresenta un perfetto incontro fra il minimalismo scandinavo e il fascino antico della paglia di Vienna. Per un sonno dal sapore di altri tempi.

Ottow, storagemilano per Gebrüder Thonet Vienna

arredi paglia di vienna

Sempre a proposito di letti in paglia di Vienna, nel 2019 sono arrivate tre proposte molto interessanti da Gebrüder Thonet Vienna. Si tratta di tre testiere pensate per dare carattere ai letti basici. Questa è Ottow di storagemilano. Una testiera scenografica che crea sulla parete un sofisticato effetto boiserie. Per chi sogna di dormire in un boutique hotel tutto l’anno.

Tavolino 529 Rio, design by Charlotte Perriand, Cassina

tavolino Rio, design by Charlotte Perriand, Cassina

tavolino paglia di Vienna Rio, design by Charlotte Perriand, Cassina

Chiudiamo la nostra rassegna con un classico: il tavolino Rio di Charlotte Perriand. Firmato dalla designer francese nel 1962, Rio è stato rieditato nel 2015 da Cassina. Un’icona senza tempo pronta ad accogliervi per un’elegante pausa caffè (photo, Residence Magazine).

Allora, cosa ne pensate? Paglia di Vienna sì o no?

Aggiornamento articolo 26 ottobre 2017.

Condividi!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrPin on PinterestShare on LinkedInDigg thisShare on StumbleUponEmail this to someonePrint this page

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *