Una splendida casa a Lisbona

casa a Lisbona - living con pavimento in pietra e collezione d'arte

Pronti per un nuovo viaggio virtuale?

Oggi vi porto in una splendida casa a Lisbona. Un’abitazione del 18° secolo il cui piano terra è stato ristrutturato e ampliato dall’architetto portoghese Manuel Aires Mateus.

Il risultato? Strepitoso! Infatti nell’intento di rispettare il carattere storico dello spazio, elementi originali come le aperture ad arco e i pavimenti in pietra sono stati mantenuti e valorizzati, vestendo gli interni in modo semplice con pareti tinteggiate di bianco e pochi arredi dalle linee pulite.

Ciliegina sulla torta, la collezione di arte contemporanea che, insieme al meraviglioso pavimento, con questa base così essenziale diventa protagonista della scena.

Insomma, non so voi, ma io mi sono innamorata perdutamente di questa casa. Un motivo in più per andare quanto prima a Lisbona :)

− − −

Are you ready for a new virtual trip?

Today we go in a wonderful 18th century house in Lisbon, renovated and extended by Portuguese architect Manuel Aires Mateus.

The result? Amazing! In fact, in order to preserve the historic character of the space, original features such as arched openings and stone floors were preserved and valued, keeping the interior very simple with white walls and furniture with clean lines. The icing on the cake, the collection of contemporary art which, together with the wonderful floor, takes centre stage.

In short, I’m in love with this home. One more reason to go as soon as possible to Lisbon :)

casa a Lisbona - living con pavimento in pietra

casa a Lisbona

casa a Lisbona - cucina-pranzo minimale

casa a Lisbona - cucina-pranzo minimale

casa a Lisbona - spazio esterno

Se volete vedere le altre foto e saperne di più sul progetto, andate su dezeen.

If you want to see other pictures and learn about this project, go to dezeen.

Interior design by Aires Mateus Arquitectos, photo by Ricardo Oliveira Alves.

Condividi!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrPin on PinterestShare on LinkedInDigg thisShare on StumbleUponEmail this to someonePrint this page

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *