Stockholm Furniture Fair 2019: i miei preferiti

lampade Curve zero

Rieccomi! Non sono stata rapita dagli alieni né rimasta a Stoccolma, come qualcuno forse ha pensato. Sono tornata a casa da qualche giorno, ma ho avuto bisogno di tempo per riordinare le cartelle stampa e, soprattutto, le idee. Sì, perché sono tanti i progetti presentati alla Stockholm Furniture Fair 2019 che mi sono piaciuti. Così tanti che un solo post non basta a raccoglierli. Quindi preparatevi, questo è solo un assaggio. Nelle prossime settimane ci saranno ancora tante novità pronte a farvi compagnia. E non solo di brand noti. Quest’anno, infatti, ho trovato molto interessanti anche i progetti esposti dai giovani designer alla Greenhouse (il corrispettivo del Salone Satellite di Milano, per capirci).

Intanto, però, ecco la mia prima selezione. Pronti?

Atelier Chair, design TAF Studio per Artek

Atelier Chair di Artek

È un omaggio alla sedia da orchestra dell’acclamato architetto svedese Sven Markelius Atelier, il progetto firmato da TAF Studio, in collaborazione con Artek, per il nuovo ristorante del Nationalmuseum di Stoccolma.

Realizzata in legno massiccio e disponibile in tre colori (nero, verde chiaro e rosso mattone), Atelier è definita da linee essenziali e pulite. Un design minimale che la rende adatta a spazi molto diversi. Dal ristorante e dall’auditorium di un museo fino al tavolo da pranzo di un’abitazione privata, la sedia di TAF Studio si sentirà, infatti, comunque a proprio agio. Inoltre, pesando solo 4 chili, è facilmente impilabile fino a 7 sedie e si può spostare con semplicità da un ambiente all’altro.

Che dire, una sedia dall’eleganza senza tempo pronta a diventare un nuovo classico.

Pouf Amstelle, design Khodi Feiz per Swedese

pouf Amstelle Swedese

Swedese ha presentato diverse novità in occasione dell’ultima fiera di Stoccolma. Fra le tante proposte, una delle mie preferite è il pouf Amstelle che mi ha colpito per il pratico manico in legno che lo accompagna.

Il pouf fa parte di una famiglia più grande che comprende anche sedie, poltrone e sgabelli. Tutti caratterizzati da forme sinuose ispirate a quelle dei fiumi e dei torrenti, e, in particolare, al fiume olandese Amstel che, per l’appunto, dà il nome alla collezione firmata da Khodi Feiz.

Insomma, un progetto bello e versatile che mostra bene le grandi capacità dei nordici nella curvatura del legno.

Loafer sofa, design Space Copenhagen per &tradition

Loafer sofa di &tradition

La poltrona Loafer di &tradition, disegnata da Space Copenhagen per la rinnovata hall del leggendario SAS Royal Hotel nel 2018, raddoppia. A partire dal 2019, infatti, la collezione si arricchisce con l’aggiunta di un divano. Disponibile nella versione a due o tre posti e in una ricca gamma di tessuti, il sofà presenta lo stesso design avvolgente della lounge chair.

L’obiettivo del progetto? Creare qualcosa di intimo e confortevole all’interno di uno spazio enorme come la hall di un hotel. Obiettivo centrato in pieno, direi.

String Outdoor, String

string outdoor

Come suggeriscono le ultime tendenze, i confini fra interni ed esterni sono sempre più fluidi. Da un lato gli arredi outdoor sono così belli da risultare spesso perfetti anche per il living o altri ambienti della casa, dall’altro, sono gli stessi mobili nati per gli interni a spostarsi all’aria aperta.

Un esempio? L’ultimo sistema di scaffali proposto da String. Ebbene sì, in occasione dell’ultima Stockholm Furniture Fair, il noto brand svedese ha lanciato String Outdoor, una versione in metallo galvanizzato dove gli iconici pannelli dello scaffale si combinano con le mensole create da Anna von Schewen e Björn Dahlström. Per tenere tutto in ordine con stile anche in terrazzo.

Galon, design Guillaume Delvigne per ENOstudio

lampada GALON di ENOstudio

Le frange continuano a essere uno dei grandi trend dell’interior design. Una tendenza che strizza l’occhio agli anni ’20 senza dimenticarsi, però, di aggiungere un twist contemporaneo. A sposare lo stile Charleston ultimamente è anche il brand francese ENOstudio che a Stoccolma ha presentato Galon, una lampada da parete dove le frange si accompagnano a un supporto in metallo minimale disponibile in due varianti di colore: nero e ottone. Per chi cerca una lampada très chic!

BaBa, design Iskos-Berlin per jot.jot

BaBa jot.jot design

Un altro grande trend del momento sono le linee arrotondate. Un amore per il curvy che accomuna varie tipologie di arredo, ma che trova la sua massima espressione nelle poltrone e nei divani. Eh già, non si contano le sedute dalle forme morbide che ho visto alla fiera di Stoccolma e, fra le tante, una delle mie preferite è BaBa, la linea di sedute del marchio danese jot.jot disegnata da Iskos-Berlin nel 2017 (già, non si tratta di una novità).

A caratterizzare il design di BaBa, il contrasto fra le gambe sottili e la seduta organica che invita al relax più totale. Insomma, un progetto davvero “cosy”. Anzi, super “cosy”.

Rico, Ferm Living

Rico di Ferm Living

Sempre a proposito di curvy, un’altra collezione presentata alla Stockholm Furniture Fair che mi ha colpito è Rico, la serie di divani e poltrone proposta da Ferm Living. Il cuore del progetto è, per l’appunto, nelle forme piene e morbide che sembrano avvolgerti in un abbraccio. Un abbraccio così caldo che, dopo aver testato la poltrona in fiera, non volevo più lasciarla.

Che dire, bella ma “pericolosa”.

Ombre, design Antoine Rouzeau per Northern

lampada ombre northern

Chiedete al designer Antoine Rouzeau di raccontarvi Ombre e vi risponderà con due sole parole: luce e ombra. Già, perché è il rapporto fra questi due elementi a definire il nuovo progetto di Northern. Una lampada da tavolo leggiadra ma di effetto, realizzata in acciaio verniciato a polvere e disponibile in due colori: nero e una delicata tonalità di rosa.

Array, design Says Who per Woud

credenza Array di Woud

Mostrare o nascondere, questo è il dilemma. Sì, perché se in passato credenze e mobili contenitori avevano il compito di celare alla vista oggetti, piatti e bicchieri, oggi, nel dubbio, puntano sul vedo non vedo. Come, per esempio, Array, la collezione di credenze di Woud.

Array si compone di due ante in legno. Una è completamente chiusa, mentre l’altra presenta dei tagli verticali attraverso cui si intravede qualcosa. A voi la sfida di scoprire di cosa si tratta.

Curve, design by Front Design per Zero

lampade Curve zero

Si chiama Curve la linea di lampade disegnata da Front Design per Zero. Ispirata alla classica lampada da libreria, Curve comprende una serie di sospensioni, lampade da tavolo e da terra progettate per la libreria d’arte del Nationalmuseum di Stoccolma. Tratto distintivo del progetto: le linee sinuose dello stelo.

Curve è disponibile in vetro verde e bianco o in metallo nei colori avorio, bianco, verde e blu.

Foto di copertina: lampade Curve di Zero.

Condividi!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrPin on PinterestShare on LinkedInDigg thisShare on StumbleUponEmail this to someonePrint this page

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *