La mia Milano Design Week

Ieri la Milano Design Week è finita. Cosa rimane? Tanta stanchezza, ma soprattutto una marea di stimoli e incontri. Sono stanca, ma felice – ripetevo a tutti. Ed è così che mi sento anche oggi. Stanca, ma felice di aver respirato tanta bellezza e di aver visto negli occhi della gente quella luce speciale che solo il dedicarti con passione a ciò che ami ti dà.

Quindi è proprio con qualche scatto dalla meravigliosa Design Week che oggi voglio salutarvi. Non un reportage, ma una carrellata di immagini dei posti ed eventi che ho amato di più. E i prodotti? Non preoccupatevi, a quelli che hanno fatto breccia nel mio cuore saranno dedicati degli approfondimenti settimanali. Dunque stay tuned! 😉

 

milano design week

casa Marimekko

milano design week

casa Marimekko

milano design week

casa Marimekko

milano design week

casa Marimekko

Casa Marimekko: il mio colpo di fulmine del Fuorisalone. Un appartamento nel cuore di Brera che ha ospitato la nuova collezione autunno/inverno del noto brand finlandese. Un’idea che interpreta al meglio un’esigenza sempre più diffusa: le persone preferiscono vedere i prodotti calati in contesti reali. Case “vere” a cui ispirarsi per arredare e decorare il proprio nido.

milano design week

10 Corso Como

milano design week

collezione iittala X Issey Miyake

milano design week

collezione iittala X Issey Miyake

Uno dei momenti più cool che ho vissuto al Fuorisalone? La colazione con iittala. Ebbene sì, nella splendida cornice di 10 Corso Como è stata presentata la nuova collezione che iittala ha sviluppato in collaborazione con lo studio giapponese Issey Miyake. Un incontro tra design finlandese e giapponese da batticuore.

milano design week

Casa Vitra

Camminare tra ruote con dettagli di mobili e gigantesche trottole su cui sono esposti tessuti? Colour Machine, l’installazione realizzata a Casa Vitra l’ha reso possibile. Una magia a colori!

milano design week

Society Limonta

E, sempre a proposito di colori, ecco la vetrina multicolor di Society Limonta. OK, non sono una fan dei colori accesi, ma nella vita ogni tanto c’è bisogno di una sferzata di energia, no?

milano design week

Manga Chairs – Nendo

Manga Chairs, la poesia del grande designer giapponese Nendo al centro dell’installazione che si è tenuta nel Chiostro Minore di San Simpliciano. 50 sedie, personalizzate nel design da un elemento tratto dallo stile manga, allineate lungo una griglia nel tentativo di rievocare il senso di una storia.

milano design week

Interlinea, collezione di vasi impilabili – designer: Matteo Zorzenoni, maestro d’arte: NasonMoretti.

milano design week

I Lustri, servizio da tavola – designer: waiting for the bus, maestro d’arte: Ceramiche Biagioli.

milano design week

Random Rust, cuscini in puro lino creati con la tecnica della stampa a ruggine – designer: Studio Pepe, maestro d’arte: Antica Stamperia Carpegna.

Doppia Firma, il progetto di Living Corriere, Fondazione Cologni e Yoox. Una favolosa collezione di oggetti a metà tra craft e design, realizzati in sinergia da 16 coppie di designer e artigiani. La buona notizia? I progetti saranno venduti su Yoox. Io non vedo l’ora di mettere le mani su qualcuno di questi pezzi. E voi?

P.S.: Le mie foto non rendono giustizia. :( Vi assicuro che, visti di persona, sono mooooolto più belli.

milano design week

Hay – La Pelota

milano design week

Hay – La Pelota

milano design week

Hay – La Pelota

Dopo aver comprato il divano Mags Soft di Hay, potevo non andare alla Pelota a vedere i prodotti di uno dei miei brand danesi preferiti? Certo che no!

Alessia Forte - Interior Break

Qualcos’altro da aggiungere? Direi che per oggi può bastare così. La mia faccia in questa foto esprime a pieno la gioia che ho provato negli scorsi giorni.

Bye, bye, Milano Design Week. All’anno prossimo! Milano, invece, con te ormai ci vediamo sempre, no?

Condividi!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrPin on PinterestShare on LinkedInDigg thisShare on StumbleUponEmail this to someonePrint this page

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *