Hi Thanks Bye, un brand tra due mondi

collezione 0, hi thanks bye
Alla scoperta di “0”, la prima collezione di arredi del brand Hi Thanks Bye, lanciata durante la London Design Fair 2018.

È stata presentata in occasione della London Design Fair 2018 “0”, la prima collezione di Hi Thanks Bye, lo studio cinese-canadese fondato da Stein Wang e Topher Kong. Una serie di arredi e complementi in metallo verniciato che mi è piaciuta per il suo essere minimale senza rinunciare alla decorazione.

La ragione di questa doppia anima va ricercata nella duplice ispirazione della collezione. “0” unisce, infatti, i tratti culturali distintivi di due nazioni: la Cina, Paese di origine di Wang e Kong, e il Canada, loro nazione adottiva. A colpirli della Cina, l’estetica dei suoi giardini tradizionali. Del Canada, i paesaggi naturali di isole come Prince Edward e Fogo. Due suggestioni che trovano qui un punto di incontro, dando vita a uno stile dal carattere unico.

collezione 0, hi thanks bye

collezione 0, hi thanks bye

collezione 0, hi thanks bye

La collezione si compone di sei elementi d’arredo: uno scaffale/divisorio, una sedia, uno sgabello, un tavolino, una lampada da terra e un tappeto. Sei pezzi realizzati in metallo verniciato disponibili in due tonalità: verde bosco e rosso. Due colori carichi di significato, in quanto il primo rimanda al verde della natura canadese, mentre il secondo è uno dei colori simbolo della cultura cinese, emblema di felicità e ricchezza.

collezione 0, hi thanks bye

collezione 0, hi thanks bye

collezione 0, hi thanks bye

Per scaldare la struttura in metallo, sia per la sedia sia per la lampada i designer di Hi Thanks Bye hanno utilizzato tessuti con una finitura grezza. Mentre il tappeto, creato in collaborazione con la textile designer Avis Ho, è in lana taftata a mano e presenta una superficie irregolare super “cosy”, disegnata dalle diverse altezze del vello.

Allora, cosa ne pensate? Anche voi trovate interessante questa collezione?

P.S. Altre scoperte dal London Design Festival 2018: i tappeti del brand rumeno Dare to Rug + la selezione dei miei 7 prodotti preferiti.

Photo: Brandon Titaro.

Condividi!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrPin on PinterestShare on LinkedInDigg thisShare on StumbleUponEmail this to someonePrint this page

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *