I segreti di Twin Peaks

appartamento Hong Kong, Lim+Lu

Alla scoperta di Twin Peaks, un nuovo progetto dello studio di Hong Kong Lim+Lu che non ha paura del colore.

Twin Peaks, questo il nome dell’ultimo progetto realizzato dallo studio di interior design Lim+Lu. Però, attenzione, in questo caso non siamo in un paesino degli Stati Uniti alla prese con la risoluzione di un omicidio, ma a Hong Kong, nella casa di un fashion designer parigino. Un appartamento di 46 metri quadri che non ha paura del colore.

Ebbene sì, come nel design della propria casa, anche qui il duo di Hong Kong dimostra di sentirsi perfettamente a proprio agio nell’utilizzo del colore. A partire dalle pareti, vestite nella zona giorno con una delicata tonalità di rosa e nella camera da letto con un’intensa sfumatura di blu petrolio. Continuando con gli arredi che alternano il turchese con intensi tocchi di giallo e corallo. Una tavolozza molto vivace in grado di strappare un sorriso anche nei giorni più bui. E che, insieme alla scelta di pezzi dalle forme arrotondate, rende l’effetto cosy garantito.

A completare il quadro, accenti in ottone e mobili dalle superfici riflettenti. Una finitura, quest’ultima, che non mi fa impazzire, ma che, ammetto, può risultare un’ottima soluzione per ampliare visivamente uno spazio.

Curiosi di fare un giro? Allora, forza, seguitemi.

appartamento Hong Kong, Lim+Lu

appartamento Hong Kong, Lim+Lu

appartamento Hong Kong, Lim+Lu

appartamento Hong Kong, Lim+Lu

Cosa ne pensate? Dopo aver visto queste foto, anche a voi è venuta voglia di osare con il colore?

P.S. Sempre a proposito di Lim+Lu, date uno sguardo a questi post: Il favoloso mondo di Lim+Lu, dedicato ad alcuni prodotti firmati dalla coppia, e La casa di Lim+Lu sul loro appartamento a Hong Kong.

P.P.S Altre case a tutto colore di cui ho parlato su Interior Break: Hidden Tints di Note Design Studio e Scatole di colore dello studio russo int2 architecture.

Photo: Nirut Benjabanpot, via dezeen.

Condividi!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrPin on PinterestShare on LinkedInDigg thisShare on StumbleUponEmail this to someonePrint this page

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *